Mostre

L’ANTICO E LA MODERNITA’. 1
MOSTRA DI MIRIA MALANDRI – MANGIARI E DINTORNI

MAF Museo Archeologico di Forlimpopoli “T. Aldini” (Piazza Fratti, 5)

Con la mostra della nota pittrice forlivese Miria Malandri allestita in occasione della Festa Artusiana 2017, l’arte contemporanea fa il suo ingresso al MAF. Prosegue così il programma di divulgazione e promozione del Museo Archeologico di Forlimpopoli basato non unicamente sui normali programmi di animazione e di valorizzazione del patrimonio in esso esistente, ma anche sulla più felice ‘contaminazione’ della struttura museale con la realtà del nostro tempo e le sue multiformi espressioni culturali e artistiche. Di Miria Malandri figurano esposti dipinti aventi come soggetti scene conviviali e nature morte con mangiari e utensili domestici. L’artista, che deve la propria notorietà al rapporto della pittura da lei svolta con il mondo del cinema, propone qui alcune opere tratte da scene di film celebri. L’ordinamento espositivo comprende circa dieci/quindici esemplari secondo un percorso all’interno del museo appositamente studiato e dunque non invasivo ma, anzi, in qualche misura relazionato con i materiali archeologici esposti nei diversi ambienti. La mostra si configura anche come un ‘omaggio’ reso dall’Amministrazione Comunale alla celebre artista, nata Forlimpopoli nel 1946 e attualmente attiva in ambito forlivese.
A cura di Orlando Piraccini e Silvia Bartoli in collaborazione con Bottega d’Arte A casa di Paola.

Informazioni: www.maforlimpopoli.it

Miria Malandri - NATURA IN POSA AUTUNNALE

AJÌR, INCÙ, DMÂN (IERI, OGGI, DOMANI)
MAESTRI, SAPERI, MESTIERI: IL PASSATO CHE NON PASSA MAI

Rocca, Sala Mostre

In questo allestimento si tocca con mano la professionalità di artisti e artigiani che tramandano la ricchezza di un patrimonio scientifico-tecnologico ed esperienziale proprio dei mestieri di ieri e di oggi. Un percorso che attraversa i secoli con le incisione tratte da ” Gli Antichi Mestieri di Bologna” tavole di Annibale Carracci e Giuseppe Maria Mitelli, riproduzioni concesse dalla Collezione d’Arte e di Storia della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, fino ad arrivare ai giorni nostri con le opere di stampatori, incisori, ceramisti , falegnami, tegliai e intrecciatori di vimini. La mostra esplora arti e mestieri antichi, con la consapevolezza che l’artigianato racchiude la storia di una terra, il lavoro di una generazione dopo l’altra, che continuamente si rinnova. Quindi rappresenta le nostre origini, il nostro presente, il nostro futuro. Gli artigiani propongono prodotti originali, frutto dell’ingegno, della sensibilità, ma che sono anche espressione della cultura del territorio. Il loro sapere è un bene prezioso che va tutelato, conservato, trasmesso. Un modo per riscoprire le nostre radici, ma anche per gettare uno sguardo carico di fiducia sul futuro.
A cura dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini www.illavorodeicontadini.org

Mostra-Ajìr-Incù-Dmân

ARTISTI ALLA FESTA
ESPOSIZIONE DI OPERE

Rocca, Sala Centro Arti e Torrione angolo Piazza Garibaldi – Piazza Pompilio

Gli allievi e i docenti partecipanti al corso di disegno e pittura organizzato dagli “Amici dell’ Arte” allestiscono una collettiva a tema artusiano e libero delle opere eseguite nell’anno 2016-2017.
Alcuni artisti dell’ Associazione “Amici dell’ Arte” espongono le loro opere in spazi all’ aperto.
A cura dell’Associazione Amici dell’Arte

associazione amici dell'arte

20 ANNI DI ASSOCIAZIONE STAMPATORI TELE ROMAGNOLE
Rocca, Sala del Capitano

Il percorso, allestito in occasione del ventennale  dell’Associazione Stampatori Tele Romagnole, che raggruppa i nove laboratori artigiani delle Province romagnole che ancora utilizzano l’antica  tecnica della stampa con blocchi di legno e mazzuolo una volta  ampiamente diffusa in tutto il territorio romagnolo, giunge a Forlimpopoli. Per celebrare l’anniversario della costituzione del  sodalizio, Confartigianato e CNA hanno coinvolto le scuole del territorio romagnolo (Istituto Marie Curie di Savignano, Liceo Artistico di Ravenna,  Rimini, di Forlì) e sono stati  realizzati disegni da parte degli alunni legati alla tematica degli stampatori, poi selezionati dall’associazione per essere riprodotti su stampi di legno e stampati su  tessuto nei laboratori artigiani.
A cura di CNA e Confartigianato.

Mostra 20 anni di Associazione Stampatori Tele Romagnole

LE SCUOLE ALLA FESTA
Rocca, Sala Riunioni (sopra alla Sala delle Arti) – Ingresso da Piazza Fratti

I bambini delle scuole materne e primaria, gli studenti delle scuole medie e liceo di Forlimpopoli mostrano le attività svolte durante l’anno scolastico, nell’ambito dei progetti volti a sensibilizzare i cittadini sul tema della raccolta differenziata. L’esposizione raccoglie gli oggetti realizzati dai bambini delle scuole materna e primaria e il lavoro didattico svolto nelle classi 2ª De Amicis nell’ambito del progetto “La storia della compostiera parlante”, gli oggetti realizzati dagli alunni delle classi 5ª della scuola primaria e gli oggetti realizzati dagli studenti della 3ª del Liceo delle Scienze Umane nell’ambito del progetto “A scuola di sviluppo sostenibile”.
A cura del Consiglio Comunale di Forlimpopoli, dell’Istituto Comprensivo, del Liceo di Forlimpopoli e della Caritas di Forlì.

mostra Le Scuole alla Festa

UN MARE DI CIBO
Esposizione di opere di Alessandro Casetti
Piazza Artusi (Piazza Garibaldi),16

Da Forlimpopoli è possibile percepire l’aria dell’Adriatico, mare che bagna la nostra Romagna e che porta con sè le prelibatezze che fanno parte del nostro territorio. Cibo che racconta la storia di una tradizione semplice che vorrebbe essere celebrata e custodita attraverso il rispetto nei confronti dell’ambiente, un rispetto che troppo spesso viene messo a repentaglio dall’uomo. Un regno animale che emerge dalle profondità marine per raccontare storie fantastiche e per portare la testimonianza di un presente in bilico tra sogno e realtà. Il protagonista indiscusso presente nelle opere è prevalentemente l’uomo e il suo rapporto con il cibo di mare. Scopri di più sull’artista Alessandro Casetti www.alessandrocasetti.com
A cura della Bottega d’Arte A Casa di Paola. Informazioni: paolagatti29@gmail.com

alessandro_casetti_idrocardiogramma_tecnica_mista_su_faesite_74x85cm_2017

17 GIUGNO – 9 LUGLIO

WERTHER MORIGI. I COLORI DEL GUSTO
Stupendo da Mangiare, Prelibato da Vedere
Chiesa dei Servi, Casa Artusi (Via Costa, 27)

“Apparecchia la tavola, appronta la tavolozza, magica gli ingredienti, sfama ogni appetito, fondi bellezza e gusto, esula dal necessario; tu cerchi altro, tu cerchi l’incanto!”
Grande scenografo dell’allegoria della tavola Werther Morigi (1915-1990) ha dipinto ventidue affreschi su tela avvalendosi di ingredienti cromatici da secoli usati in cucina. Il Maestro romagnolo s’inchina alla “signora dell’arte” eternando la sue “nature silenti” che correlano il Ricettario dei Licòri morigiano a quello gastronomico di Pellegrino Artusi. Ad impreziosire le opere esposte nella Chiesa dei Servi, la didascalia  di ingredienti e metodi per ottenere “gastronomici colori” a soddisfazione del gusto visivo e culinario. L’estro di Werther Morigi legato a quello dei prodotti che  la terra regala, l’umano sapore e il divino sapere, lui e la sua capacità di manipolare, filtrare, sciogliere, addensare. In questa magnetica ragnatela di toni, la ottiene in maniera esemplare nella sua fucina-cucina mesticheria, anch’essa esposta nell’esposizione.
Orari di apertura durante la Festa: sabato e domenica ore 10.30-12.30; tutti i giorni ore 17.30-23.30. Inaugurazione sabato 17 giugno alle ore 17.00. Visite guidate, appuntamenti e informazioni: 329.9264309.

A cura di dell’Archivio Bottega d’Arte, in collaborazione con l’Associazione Culturale Carta e Colori.

MOSTRA-WERTHER-MORIGI-IL-COLORE-DEL-GUSTO
WERTHER-MORIGI

L’ABBRACCIO MISERICORDIOSO. UNA SORGENTE DI PERDONO
Il cuore ferito dell’uomo cerca questa possibilità
Monastero S. Giovanni Battista (Via Saffi, 68)

La mostra parte dall’osservazione dell’uomo di oggi, spesso solo, smarrito e confuso.
Che cosa può vincere questo smarrimento?
La risposta, illustrata nella mostra, è l’esperienza della misericordia così come è stata rivelata nella storia dell’uomo e continua oggi nella testimonianza di carità, di costruzione di bene, di tentativi di pace e perdono: un abbraccio più forte del male e generatore di speranza.
La mostra è aperta nelle giornate di sabato 24, domenica 25, venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio dalle ore 20.00 alle ore 23.00. Ingresso libero. Informazioni e prenotazioni visite guidate: mostramisericordia.artusiana@gmail.com oppure 388.2447332 (telefonate ore serali)
A cura del Centro Culturale Don Francesco Ricci La Bottega dell’Orefice

mostra l'abbraccio misericordioso

CONTATTACI

Si compili il modulo di seguito per contattarci.

Sending

©2017 Festa Artusiana - Comune di Forlimpopoli - C.F. 80005790409 - P.IVA 00616370409 - piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli (FC) - Sito internet realizzato da manuelragazzini.it - Privacy Policy

  • T  T  T  T  

Log in with your credentials

Forgot your details?