Mostre

MUSEO DA GUSTARE/2
LE OVAROLE DI TONINA CIANCA
MAF Museo Archeologico di Forlimpopoli “Tobia Aldini”(Piazza Fratti, 5)
Prosegue lo speciale programma di divulgazione e promozione del MAF di Forlimpopoli basato su esperienze di ‘contaminazione’ della struttura museale con la realtà del nostro tempo e le sue multiformi espressioni culturali e artistiche. Dopo la felice esperienza della mostra “Mangiari e dintorni” con opere pittoriche dell’artista Miria Malandri, la Festa Artusiana 2018 offre l’occasione per una seconda edizione di “Un Museo da Gustare” tutta incentrata sul rinomato ciclo delle “Ovarole” della nota pittrice cesenaticense Tonina Cianca.
Della pittrice figurano esposte circa venti opere pittoriche, con una presenza preminente di composizioni raffiguranti le celebri “Ovarole”, figure femminili totemiche appartenenti a una antica e mai spenta cultura popolare, scaturite dai ricordi dell’adolescenza trascorsa dalla pittrice nell’albergo di famiglia: “le stesse – ricorda l’autrice – che vedevo in cucina fra i vapori, mentre pulivano le galline dopo averle messe nelle pentole d’acqua bollente… le stesse donne che facevano quelle grandi sfoglie che sembrano vulcani, con dentro dozzine e dozzine di uova”. Completano l’allestimento alcuni esemplari di ‘nature morte’ con oggetti e mangiari tipici, caratterizzate da un cromatismo acceso, ma con passaggi tonali straordinariamente armonici.
La mostra, a cura di Silvia Bartoli e Orlando Piraccini con la collaborazione di Leli Nottoli, è promossa dal Comune di Forlimpopoli, dal Museo Archeologico “Tobia Aldini” e da Casa Artusi e gode del Patrocinio dell’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia Romagna.
Informazioni: www.maforlimpopoli.it

logo IBC

mostra le ovarole di tonina cianca festa artusiana 2018

ARTE, COLORI ED EMOZIONI
IL RACCONTO DEI MAESTRI ARTIGIANI DELLA ROMAGNA
Rocca, Sala Mostre
“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà… È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore” –
Peppino Impastato.
La mostra collettiva “Arte, Colore, Emozione “ripercorre la tradizione, la storia, l’esperienza e l’uso del colore in vari ambiti e settori di applicazione. Artisti artigiani che operano nelle Terre di Romagna espongono le loro eccellenze, una fucina di forze creative diverse, ognuna con le proprie competenze e professionalità.
L’Artigiano racchiude e racconta la storia di una Terra, rappresenta il lavoro di generazioni che una dopo l’altra rinnovano, pur rispettando la tradizione. L’ Artigianato rappresenta le nostre origini, ma anche il nostro presente, gettando un ponte per il nostro futuro.
L’ Artigiano propone sempre un prodotto originale, mai omologato, sempre diverso, che è frutto del suo sapere e del suo sapere fare, della sua sensibilità, un prodotto che diviene una forma espressiva della cultura del nostro territorio e rappresenta le nostre radici, un patrimonio culturale formatosi con dedizione, lavoro e sacrificio.
Una ricchezza che vogliamo condividere con chi ama la bellezza.

A cura dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini www.illavorodeicontadini.org

In mostra opere di:

Egidio Miserocchi
gruppo lavoro dei contadini

Architetto, stampatore per passione, stampa su tela, utilizza filati e colori naturali. Un artista a tutto tondo, sempre in perenne ricerca, con la passione per la tradizione e la storia dell’arte. Le sue opere sono pezzi unici, veri capolavori.

Tecnica incisione. Illustratore e incisore, ha frequentato la Scuola di grafica a Bologna e la Scuola di fumetto di Milano, dal 2014 ha aperto lo studio/laboratorio INK33 a Ravenna.

Ecomobili in legno, intaglio, dal padre falegname ha imparato il mestiere, fin da piccolo una grande passione per il legno e i materiali naturali.

Tecnica ceramica artistica. Nata a Cotignola, nel cuore della bassa Romagna si dedica alla ceramica artistica con vocazione alla sperimentazione che le ha consentito di esporre le sue opere, tutti pezzi unici, sia in Italia che all’estero. La caratteristica delle sue creazioni è il decoro a “lustro persiano”, antichissima lavorazione di origine saracena con influenza mongolo-cinese.

Tecnica mosaico /scultura. Si è diplomato all’Istituto d’Arte per il Mosaico di Ravenna nel 1973.  La sua ricerca stilistica mette in rapporto la pittura romantica inglese e la fotografia naturalistica contemporanea. Da parecchi anni Ruscelli ha concentrato la sua ricerca pittorica su alcuni soggetti fondamentali: l’orizzonte paesaggistico, la rappresentazione di rose, di solito di grandi dimensioni, e le ‘mosture’.

Tecnica forgiatura ferro. Ha abbandonato la Facoltà di Medicina a Ferrara quando gli mancavano pochi esami per coltivare la sua grande passione la forgiatura. Ha lavorato con il regista Pupi Avati per la produzione di un film realizzando coltelli, armi e spade. L’incontro con il maestro Tonino Guerra gli ha dato la possibilità di dare vita al ferro interpretando le sue idee, sono nate le lanterne di Tolstoy, la fontana canneto, la Cattedrale delle Foglie e tanto altro.

Fiori di carta crespa fatti a mano, di Faenza, è stato definito “Allestitore, stylist, fiorista, un po’ artista di sicuro molto creativo e poetico” molto conosciuto in Italia e all’estero, ha saputo riproporre i fiori di carta in chiave moderna.

Tecnica intreccio in vimini e materiali naturali, una laurea in scienze della comunicazione, si dedica da anni alla biocoltivazione, alla creatività con materiali di recupero.

L’unico depositario, con la moglie Rosella Reali, di un’antica tecnica artigianale che vede nella manipolazione dell’argilla locale l’elemento essenziale per la produzione di questa preziosa stoviglia. La teglia in terracotta tradizionalmente usata per cuocere la piadina, un tempo d’uso quotidiano….“La terra si va a raccogliere, si stende bene per far asciugare, poi si rastrella per portare via le impurità, e si sbriciola sempre di più. Quando è bella secca, la immagazziniamo e mano a mano che ci serve la maciniamo, facciamo l’impasto…e via andare”.

Tecnica acquerello /pittura. Nata a Bagnacavallo, dipinge paesaggi dal 1997.I suoi lavori più recenti sono dedicati ai terremoti, alla memoria familiare, alle leggi sui diritti umani e ambientali.

Tecnica ceramica. Ceramiche sonore “figlio d’arte” segue le orme dei genitori e si dedica allo studio dell’archeologia. Impegnato anche nel settore musicale opera nel campo della musica tradizionale. Rappresenta ad oggi uno degli ultimi “cuccari” a calcare il suolo di Romagna. Nel 2014 apre un nuovo laboratorio a Vienna, si muove tra Italia e Austria esportando all’estero” i canti della sua terra “.

ARTISTI ALLA FESTA
ESPOSIZIONE DI OPERE

Rocca, Sala Centro Arti e Torrione angolo Piazza Garibaldi – Piazza Pompilio

Gli allievi e i docenti partecipanti al corso di disegno e pittura organizzato dagli “Amici dell’ Arte” allestiscono una collettiva a tema artusiano e libero delle opere eseguite nell’anno 2017/2018.
Alcuni artisti dell’ Associazione “Amici dell’ Arte” espongono le loro opere in spazi all’ aperto.
A cura dell’Associazione Amici dell’Arte

associazione amici dell'arte

LE SCUOLE ALLA FESTA
Rocca, Sala Riunioni (sopra alla Sala delle Arti) – Ingresso da Piazza Fratti

L’esposizione raccoglie gli oggetti realizzati dai bambini delle scuole materne, dagli alunni delle classi 5ª della scuola primaria e dagli studenti della 3ª del Liceo delle Scienze Umane nell’ambito del progetto “A scuola di sviluppo sostenibile” volto a sensibilizzare i cittadini sul tema della raccolta differenziata.
A cura del Consiglio Comunale di Forlimpopoli, dell’Istituto Comprensivo E. Rosetti, del Liceo di Forlimpopoli e della Caritas di Forlì.

mostra Le Scuole alla Festa

IL BRINDISI
Esposizione di opere di Roberto Casadio
Via delle Cose Diverse, 7 (Via G. Oberdan)
Davanti ad ogni quadro di Roberto Casadio occorre sostare, ascoltare, oltre che osservare.
I personaggi parlano, raccontano una storia, come le sue figure femminili, eleganti e solitarie, spesso ritratte nello spazio sospeso dell’attesa al tavolo di un bar. Sono colte nella grazia di gesti sensibili, pause del tempo e della vita. Gli ambienti sono definiti da pochi elementi di sfondo: un tavolo, una bottiglia e un bicchiere, mentre il contrasto cromatico dei blu, dei rossi e dei toni bruni, determina l’effetto ombra-luce straordinario e straniante di un sogno.
“Io amo dipingere quelle opere che non lascino indifferenti, che coinvolgano e che permettano di essere interpreti del pensiero dell’artista.”
A cura della Bottega d’Arte “A Casa di Paola”.
Informazioni: paolagatti29@gmail.com

Il Brindisi mostra Paola Gatti

“TRA UOMO E ANIMALE
Esposizione di opere di Alessandro Casetti
Piazza Pellegrino Artusi, 16 (Piazza Garibaldi)
Poetica: il rapporto tra uomo e animale è sancito da un’etica morale radicata nella coscienza, nell’educazione e nel rispetto. Valori che vanno preservati, alimentati e consolidati attraverso il buon esempio e le azioni concrete che ci si trova a dover affrontare quotidianamente. La linea sottile che separa l’uomo dall’animale è la capacità di pensiero che consente di agire a prescindere dall’istinto. Spesso questa capacità di riflessione viene mal sfruttata, portando l’uomo ad un atteggiamento scorretto nei confronti del regno animale. E’ necessario rimboccarsi le maniche e fare qualcosa nel nostro piccolo. Alcuni prendono posizioni nette, diventando vegani o vegetariani, altri prendono posizioni più morbide, rifiutano ad esempio di consumare carni provenienti da allevamenti intensivi per mangiare solo animali allevati con dignità in piccole aziende agricole locali. Affidarsi al contadino e non alla grande distribuzione forse è in generale la direzione iniziale da intraprendere al fine di incentivare il nostro territorio e le nostre prelibatezze instaurando un rapporto più etico con il cibo. E’ importante educare i nostri figli a farlo, senza rigidità, con il proposito che il nostro insegnamento possa essere quel seme che un giorno diventerà una grande pianta verde e rigogliosa.
www.alessandrocasetti.com
A cura della Bottega d’Arte “A Casa di Paola”
Per informazioni: paolagatti29@gmail.com

Alessandro Casetti - cavalcando la paura

IL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA ALLE MOSTRE E AI MONUMENTI è EFFETTUATO DALLE RAGAZZE E DAI RAGAZZI DELL’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE DI FORLIMPOPOLI A CUI VA UN SINCERO RINGRAZIAMENTO.

CONTATTACI

Compila il modulo di seguito per contattarci.

Sending

©2018 Festa Artusiana - Comune di Forlimpopoli - C.F. 80005790409 - P.IVA 00616370409 - piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli (FC) - Sito internet realizzato da manuelragazzini.it - Privacy Policy

  • T  T  T  T  

Log in with your credentials

Forgot your details?