Benvenuti alla Festa Artusiana

Rocca Forlimpopoli 2 copia

Il cibo è amore, è vita, è festa.
La nostra Festa Artusiana compie 23 anni!

La XXIII edizione della Festa Artusiana ha come filo conduttore la cucina di casa: un concetto superato o al contrario un tema da riproporre con forza?
Ne “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, Pellegrino Artusi ci fa assaporare in ogni ricetta, da lui minuziosamente e argutamente prima provata e poi descritta, l’amore e il rispetto per gli alimenti e la gioia che, in cucina, va aggiunta nella preparazione per essere trasferita ai commensali.
Olindo Guerrini, dotto estimatore dell’opera dell’Artusi, così scriveva: “…Non vergogniamoci di mangiare il meglio che si può e ridiamo il suo posto alla gastronomia. Infine anche il tiranno cervello ci guadagnerà
e questa società malata di nervi, finirà per capire che anche in arte, una discussione sul cucinare l’anguilla vale una dissertazione sul sorriso di Beatrice. Riabilitiamo il senso del gusto e non vergogniamoci di soddisfarlo onestamente, ma meglio che si può, come Ella
ce ne dà i precetti”.
I ritmi sono sempre più frenetici e questa società ancor più “malata di nervi”: si passa gran parte della propria giornata fuori casa e si riduce al minimo il tempo dedicato ai bisogni primari, primo fra tutti quello del mangiare. Si consumano pasti frugali, in piedi, mentre si cammina, si lavora o addirittura si guida! Più lavoro e impegni fuori casa significano, nel pensiero comune, meno tempo in e per la casa, regola che vale sia per gli uomini che per le donne. Questo ci porta inesorabilmente ad acquistare sempre più pietanze surgelate, precotte, pronte da mettere in tavola, a scapito di cibi freschi, di stagione e ad abbandonare gradualmente l’abitudine a preparare e a consumare il cibo di casa; si passa sempre meno tempo ai fornelli, a compiere una serie di azioni utili a preparare cibi includendo il combinare, il mischiare, il riscaldare. Le sane abitudini alimentari hanno certamente un costo in termini di tempo di preparazione, ma sicuramente un valore valore aggiunto per il nostro benessere fisico e mentale!
Riappropriarsi di una serie di atti naturali, come preparare da noi il nostro cibo, significa riappropriarsi di un tempo utile alla qualità della vita in famiglia ed evitare quello spesso sprecato a guardare altri che spadellano,
spesso in TV, senza arte né parte. Proviamo allora a ripensare alla lista della spesa come esercizio mentale a tutti gli effetti, in un mondo di scelte facili e veloci; è essenziale capire che qualcosa viene irrimediabilmente perso: ciò è vero non solo in termini nutritivi e di salute, ma anche per le tradizioni, per le abilità culinarie individuali e per l’economia del territorio.
Cerchiamo di contrastare questa omogeneizzazione della cucina costituita da tutti quei piatti precotti, surgelati, da asporto, recapitati a domicilio, recuperando l’idea artusiana della cucina di casa che offre diversità e sapori genuini. Affinché il cucinare sia vissuto come cura e gesto di amore verso noi stessi e chi amiamo! Ed è con questo sentimento che vogliamo accogliere i tanti visitatori che ci onoreranno della loro presenza e che potranno assaporare la ricca offerta di incontri, di intrattenimento, di spettacolo e, naturalmente, di degustazioni di prodotti e di cibi di qualità del territorio.
Ciascuno potrà vivere la Festa scegliendo fra molteplici e invitanti proposte gastronomiche perché ogni angolo è da gustare nei tanti tavoli di ristoranti ed osterie che occupano l’intero il centro storico di Forlimpopoli,
città vocata al cibo sin dalla sua fondazione in epoca romana.
Un ringraziamento speciale a chi si impegna da sempre nella buona riuscita della Festa. Andiamo a cominciare, buona Festa a tutti!

Il Sindaco
Milena Garavini

CONTATTACI

Compila il modulo di seguito per contattarci.

Sending

©2019 Festa Artusiana - Comune di Forlimpopoli - C.F. 80005790409 - P.IVA 00616370409 - piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli (FC) - Sito internet realizzato da manuelragazzini.it - Privacy Policy

  • T  T  T  T  

Log in with your credentials

Forgot your details?