Paola Gho Premio Marietta ad Honorem 2011

ghoPaola Gho è astigiana di nascita e di residenza. Arriva relativamente tardi (non prima dei 35 anni) alla cosiddetta critica gastronomica e la coltiva dapprima “a mezzo servizio”.

Il suo primo mestiere, infatti, è stato quello di insegnante di storia e filosofia. La lettura degli storici francesi della scuola delle Annales, e poi di italiani come Ginzburg, Montanari e Capatti, le fornisce una chiave di lettura per parlare, con gli studenti, non solo dell’histoire événementielle, ma anche delle mentalità, degli stili di vita, dell’economia e dei costumi alimentari.

Slow Food, con cui ha intrecciato per più di vent’anni un forte rapporto, le ha dato l’opportunità sia di contribuire alla progettazione dei volumi della sua neonata casa editrice sia di scrivere: di paesaggio e di genti (Guida delle Langhe e del Roero, 1989), di prodotti e di artigiani del cibo (Almanacco dei golosi, 1990), di osterie e di cucina di tradizione. Su questo specifico versante ha scritto Ricette di osterie e ristoranti del Monferrato (1997) e ha collaborato a ricettari tematici quali Le zuppe. 600 piatti delle cucine regionali (2009) e La pasta. 600 piatti della cucina regionale (2010), redigendo capitoli di approfondimento storico, sociologico e tecnico. Osterie d’Italia. Sussidiario del mangiarbere all’italiana, è il lavoro che ha curato dalla prima edizione del 1990 a quest’ultima del 2010-11.

Abituali, per vent’anni, le collaborazioni a periodici e testate nazionali, da Travel a La Stampa (dove ha curato per dieci anni una rubrica settimanale), da Panorama a Nuova Ecologia, oltre che alle riviste di Slow Food.

Uno degli ultimi lavori, forse il più corposo, è stato il Dizionario delle cucine regionali italiane, Slow Food Editore 2008, in cui con 8500 voci ha cercato di rappresentare – attraverso piatti tipici, prodotti, procedure, strumenti ma anche materie prime come razze animali, frutta, verdure, erbe – la ricchezza del “cibo all’italiana”, declinata nelle specificità regionali.

Ora per il gruppo Feltrinelli-Gribaudo sta girando il Piemonte per filmare nelle cucine di osterie e ristoranti l’esecuzione di piatti tradizionali e per raccogliere testimonianze e immagini di prodotti significativi.

Il Premio Marietta ad honorem è assegnato a Paola Gho per riconoscere il titanico lavoro svolto per promuovere il mangiarbene all’italiana valorizzando la mappa dei vari territori con le loro tradizioni ed eccellenze alimentari, a partire dalla creatura più significativa, la meritoria Guida alle Osterie d’Italia, curata sin dalla prima edizione.

CONTATTACI

Compila il modulo di seguito per contattarci.

Sending

©2019 Festa Artusiana - Comune di Forlimpopoli - C.F. 80005790409 - P.IVA 00616370409 - piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli (FC) - Sito internet realizzato da manuelragazzini.it - Privacy Policy

  • T  T  T  T  

Log in with your credentials

Forgot your details?