Lunedi 25 giugno 2018

ore 18.30 – Casa Artusi (Via Costa, 27)
Visita guidata
SCOPRI CASA ARTUSI
Visita guidata in Casa Artusi: la Chiesa dei Servi, la Biblioteca e l’Archivio della corrispondenza personale di Pellegrino Artusi, la Biblioteca di Gastronomia Italiana, la Scuola di Cucina e soprattutto Pellegrino Artusi, unanimemente considerato il padre della moderna cucina italiana. Chi è Pellegrino Artusi e come Casa Artusi ogni giorno porta avanti questa eredità così importante non solo per la Città di Forlimpopoli?
Tariffa: € 3,00 per persona (bambini 0-12 anni: gratuiti; cittadini forlimpopolesi: gratuiti). Per i gruppi precostituiti (minimo 15 persone) è necessaria la prenotazione.

ore 19.00 – Corte di Casa Artusi (Via Costa, 27)
APP-eritivo, applicazione per il buonessere: buone letture e buon cibo
STORIE- AUTORI – ASSAGGI
Dall’Italia al mondo, dal mondo all’Italia: la cucina di Artusi, il cibo degli emigrati
Raccolta e Racconti: Artusi visto dal Brasile, intervento di Isabella Magalhães Callia
Tradizioni e novità del cibo nelle lettere degli emigrati, intervento di Eugenio Salvatore
L’Artusi, nel senso del ricettario, ha viaggiato nelle valigie dei migranti. Questo è il filo che tiene insieme due racconti diversi, ma paralleli. Quello di Isabella Magalhães Callia, dottoranda in Letteratura Italiana presso la Facoltà di Filosofia, Lettere e Scienze Umane dell’Università di San Paolo attiva dal 1995 nel campo degli studi sull’alimentazione, della storia dell’arte e l’antropologia in quanto chiavi interpretative dei rapporti tra il cibo, l’uomo e la sua rappresentazione identitaria. Quello di Eugenio Salvatore, assegnista di ricerca presso l’Università per Stranieri di Siena, dove insegna Linguistica Italiana e tiene il Laboratorio di scrittura, che, autore di saggi sulla lessicografia storica e sulla sociolinguistica dell’italiano contemporaneo, ha pubblicato il Emigrazione e lingua italiana (Pisa, Pacini, 2017) sulla lingua degli emigrati.
Ingresso libero

ore 19.00 – Cortile Palazzo Fabbri (Via A. Costa)
Spazio LIBERA: alla Festa per fare la festa alle mafie, con gusto
Dalla Sicilia sarà presente la Cooperativa Beppe Montana di Lentini con il socio Alfio Curcio: storie di cosa nostra, di impegno, difficoltà e successo. In degustazione patè di melanzane, caponata, marmellate ed estratti di arance e limone, succhi di frutta, vini siciliani e prodotti provenienti da altra cooperative. Mostra sulla storia di Giuseppe Letizia con disegni di Francesco Domenico Mazzoli, le guide saranno i ragazzi del “Consiglio Comunale dei Ragazzi” di Forlimpopoli. Spazio interviste curato dalla rete degli studenti medi di Forlì Cesena, Centro Pace Forlì Cesena.
Ogni sera importanti “Ospiti a sorpresa”.
A cura del Coordinamento Provinciale di LIBERA, il Presidio LIBERA di Forlimpopoli “Giuseppe Letizia”, l’Associazione Barcobaleno, l’Associazione Barcogas.

ore 20.00 –  presso la Sala Mostre (piazza Fratti 9)
Inaugurazione delle mostre presenti alla Festa
Alla presenza delle Autorità del Comune di Forlimpopoli inaugurazione delle esposizioni allestite nella Rocca e nella bottega d’arte “A casa di Paola”.

ore 20.00, ore 21.00, ore 22.00 – MAF Museo Archeologico di Forlimpopoli“T. Aldini” (Piazza Fratti, 5)
Visita guidata
STARE A TAVOLA NEL MONDO ANTICO
Percorso alla scoperta dei cibi e dei modi di vivere la convivialità dalla Preistoria al Rinascimento.
Attività gratuita con biglietto di ingresso al Museo € 4,00.
Informazioni: 0543 748071 – info@maforlimpopoli.it
A cura di Fondazione RavennAntica

ore 20.00 – Piazza Pellegrino Artusi
Le Città dei Sapori
LA RUSTIDA E LE COZZE, UN MARE CHE UNISCE
Il Circolo Pescatori La Pantofla propone la “Rustida”, grigliata di pesce azzurro, e le “cozze di Cervia alla marinara”. Musica romagnola con i Trapozal.
A cura del Circolo Pescatori La Pantofla di Cervia
I SALINARI NELLA SALINA STORICA A RACCOLTA MULTIPLA
Vendita del sale dolce di Cervia ed esposizione dei caratteristici attrezzi in legno utilizzati nella salina artigianale.
A cura del Gruppo Culturale Civiltà Salinara

ore 20.00 – Piazza Pellegrino Artusi
Bertinoro… Tutti i colori dell’ospitalità
OSTERIA PERBACCO
Nella serata vengono proposti strozzapreti alle erbe aromatiche con pancetta e rosmarino, salsiccia e fagioli; vino della Fattoria Ca’ Rossa.
A cura dell’Osteria Perbacco

ore 20.00 – Piazza Pellegrino Artusi
Campagna amica: la terra incontra il mare
IL MARCHESE DI CORBAGLIA
Nella serata viene proposto il Girasole del Marchese di Corbaglia: frittelle di farina, strutto e formaggio condite con radicchio rosso, coppa e crema di aceto balsamico.
A cura dell’agriturismo Il Marchese di Corbaglia
ore 20.00 – Piazza Pellegrino Artusi
Oltre settant’anni di Confartigianato – Insieme a tavola: fra tradizione e modernità
LE MINESTRE “SIMPATICHE” DELL’ARTUSI
Nella serata vengono proposti i “Tortellini itnelligenti”, unione di tre diverse ricette dell’Artusi: Tortellini all’italiana (ricetta artusiana n. 8) con Salsa Olandese (ricetta artusiana n. 130) e Carciofi Fritti (ricetta artusiana n. 418); gli “Strichetti ignoranti” che combinano le due ricette dell’Artusi: Strichetti alla bolognese (ricetta artusiana n. 51) e Piselli col prosciutto (ricetta artusiana n. 426); degustazione del Dolce di ciliege (ricetta artusiana n. 677).
A cura agriturismo la Minarda, Forlì

ore 20.00 – Piazza Pellegrino Artusi
Forlì-Cesena – Cuore buono d’Italia
LA TAVERNA DI PLAUTO
Nella serata vengono proposti tortino di asparagi con fonduta e guanciale croccante, passatelli asciutti con mascarpone, radicchio e tartufo nero
A cura della Taverna di Plauto, Sarsina

Ore 20,30, ore 21,30 – Mondadori Point (Largo Paolucci De Calboli, 4)
Laboratorio artistico creativo
Con Micaela Brugnatti, titolare di Arte Creativa Lab di Forlimpopoli, (via Porta Rossana) e Art Counselor. I bambini che vorranno partecipare realizzeranno un lavoro di disegno artistico ispirandosi al libro “La cucina degli scarabocchi” di H.Tullet. Laboratorio a ingresso libero e gratuito.
L’art-counseling è una professione di aiuto il cui obiettivo è valorizzare le risorse della persona. Esplorare e riconoscere le proprie emozioni attraverso l’utilizzo del linguaggio dell’arte.
A cura dell’Associazione Culturale Semini

ore 21.00 – Casa Artusi, Chiesa dei Servi (Via Costa, 27)
Dire Fare … Mangiare
IL “MANGIARE” BELLO
Il cibo nelle opere d’arte
In occasione della Festa Artusiana 2018, si prosegue con il ciclo di conferenze sul tema del cibo nell’Arte, a cura di Marco Vallicelli, docente di Storia dell’Arte presso il Liceo Artistico e Musicale di Forlì. Questo secondo incontro è dedicato a “Il cibo nell’Arte: dal Rinascimento al Neoclassicismo”. In tutte le epoche e presso tutte le civiltà, infatti, il cibo ha assunto, oltre che una valenza vitale legata alla stessa sopravvivenza del genere umano, anche un significato simbolico e sociale e, fin dalle epoche più remote, ha assunto grande rilievo nell’iconografia artistica. Presenta Silvia Bartoli, Direttore del MAF Museo Archeologico Civico “T. Aldini” di Forlimpopoli.


CONTATTACI

Compila il modulo di seguito per contattarci.

Sending

©2018 Festa Artusiana - Comune di Forlimpopoli - C.F. 80005790409 - P.IVA 00616370409 - piazza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli (FC) - Sito internet realizzato da manuelragazzini.it - Privacy Policy

  • T  T  T  T  

Log in with your credentials

Forgot your details?